Perché scrivi cose tristi? Perché se sono felice esco.

Ho deciso che fingerò di essere felice per sempre.

Non so se mi sono auto convinta o sono felice per davvero, ma, figo così.
SenZazione più bella non potevo proprio provarla.
Essere piena di problemi, avere tutto sotto controlllo. Ansia compresa. Quasi la felicità.

Ma hai appena detto “piena di problemi”, sei scema?
No, realista. I problemi sono una costante, ma puoi cambiare il tuo modo di vedere le cose per digerire le “pillole più amare” anche quando sembra impossibile.

Eh si.
Ci sono cose che sono brutte e basta mi direte voi.
Ebbene avete ragione!
Ma anche la più brutta delle cose, ti sta insegnando qualcosa. Quindi limitati.

Siamo umani non supereroi.

Io, i miei limiti, me li sono imposta.
Quando accadevano cose molto brutte, mi limitavo alla sofferenza annessa a depressione e autocommiserazione a gogo. Giusto per mettere un po’ di ingredienti nel minestrone.

La verità è che i miei problemi si sono dimezzati nel momento in cui ho deciso che dalle cose molto brutte, semplicemente, avrei imparato, perché imparare era l’unica cosa che potevo fare in quel momento.

A volte ci dimentichiamo di come abbiamo scalato certe montagne e finiamo per svalutarci.

Come se la fatica per arrivare in cima non fosse stata nostra. Ci screditiamo.

Ho passato un sacco di tempo a cercare di migliorarmi.
Perché mi sentivo sbagliata, fuori luogo, non adatta.
Il mal di pancia e tutte quelle cazzate annesse alle crisi di ansia che poi si trasformano nel panico.

Ora se ci penso però mi arrabbio. Mi arrabbio con me stessa.
Palmetta, questo si chiama aver tempo da perdere dietro alle mosche.

Perché?
Perché prima di colpevolizzarti per non essere “abbastanza”, “meglio”, “migliore”, “giusto” forse dovresti fare una selezione accurata delle persone che ti circondano.

Prima di diagnosticarmi una bassa autostima, una scarsa personalità o la non sanità mentale; avrei dovuto preoccuparmi invece della quantità stronzi che mi circondavano.

A volte non siamo noi il problema, sono gli altri che hanno un problema con il nostro modo di essere. E allora basta fare le crocerossine che rincorrono le barelle, pullulanti di casi umani frustrati dalla loro stessa pigrizia e vigliaccheria di vita.

Io non mi sento mica la principessa che deve essere salvata, io mi sento il Drago.
E siccome il principe è arrivato in ritardo glielo dico: dovevi arrivà prima pe fa’ l’eroe bello!

Sono l’eroina di me stessa e un po’ ringrazio gli stronzi. Perché in fondo ricordiamoci sempre che per quanto ci faccia incazzare beccarci delle palate di merde, impariamo a difenderci dalla cacca solo quando ce la lanciano addosso (paragoni poco fini ma efficaci? si, grazie).

Ringrazio davvero chi mi ha lanciato sentenze, opinioni e critiche su di me.
Mi ha dato la possibilità di guardarmi allo specchio e dire a me stessa “questo limite lo supero, questo invece no”.

A volte imparare dagli altri è quasi più facile che confrontarsi con la persona che siamo stati in passato. Non sei costretto a certe consapevolezze.

Dovremmo imparare ad amarci prima di amare gli altri.

Dovremmo ricordarci anche quando sputiamo pareri e opinioni che il coltello che tiene in mano la persona davanti a noi può avere tre usi diversi: puoi usarlo per uccidere qualcuno, per minacciarlo oppure, lo puoi usare per tagliarti una mela.

La scelta sarà esclusiva di chi maneggia il coltello.

Per evitare i coltelli c’è una sola eroina. Un unica virtù che ci libererà da questi coltelli maligni: l’umiltà.
Parola ormai sconosciuta al giorno d’oggi, purtroppo o per fortuna.
Le parole al giorno d’oggi sono storpiate, usate male, abusate.
Non son tenute da conto.

L’umiltà invece ti insegna ad usarle le parole.

Ti insegna ad imparare senza essere sentirti “sbagliato” , senza sentirti meno di qualcun altro.

Semplicemente ti insegna e se ascolti sei già un passo avanti rispetto a chi già sa.

palmetta design -02

6 Replies to “Perché scrivi cose tristi? Perché se sono felice esco.”

  1. Long time supporter, and thought I’d drop a comment.

    Your wordpress site is very sleek – hope you don’t mind me
    asking what theme you’re using? (and don’t mind if I
    steal it? :P)

    I just launched my site –also built in wordpress like yours– but the theme slows (!) the site down quite a
    bit.

    In case you have a minute, you can find it by searching for
    “royal cbd” on Google (would appreciate any feedback) – it’s still in the works.

    Keep up the good work– and hope you all take care of yourself during the coronavirus scare!

  2. the theme’s name is : ‘Rose’ … is a free trial theme!! I’ve customized it with my illustrations….thanks for reading my blog !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *