Un Tipo di Tipa, tipo Palmetta

Tipo di Tipa e di Topi. Palmetta. Tutti mi chiedono perché Palmetta. Ma sarei troppo banale se lo scrivessi già nel primo post del mio nuovo, inutile, blog. Bel posto dove STRA parlare.  Peccato sia pubblico. Ma sapete qual’è la cosa bella del trasgredire? Porsi dei limiti. Se non ci son limiti. Non c’è nemmeno gusto.

Avete mai pensato di voler fare una cosa a tutti costi, senza mai effettivamente farla?

Se la risposta è si, sappiate che questo blog nasce dal vano tentativo di imparare qualcosa.

Che cosa?

A scrivere. In particolare a scrivere quello che penso, senza insultare nessuno ad esempio (e a mantenere gli impegni, ma a questo ci sto ancora lavorando).

Mi vedo sempre troppo alta, ho il naso troppo grosso e l’azzurro dei miei occhi è il più banale del mondo, ma nonostante tutto non mi lamento, mi piace la mia vita. Ordinaria, di routine, ma pur sempre mia. Eh si, provo ad addobbare la mia gabbietta. Ma finché non arriva l’ora d’aria…inutile essere impazienti no?

Ok, non male come inizio.

In verità mi fa cagare, la cosa che odio di più nel mondo è confrontarmi con me stessa. Una guerra persa in partenza o una battaglia al sapore di sconfitta? Mi ammazza di più l’auto critica che la critica.

Degli altri mi importa poco. In verità è colpa delle persone che si spacciano per “pure” e poi ti appaiono davanti in packaging di plastica e polistirolo.  Anti Urto, scritta “fragile”, però poi il pacco suona al check-in. 

Forse perché sono più cinica della gente che conosco, quindi risulto letale anche con me stessa.

Ma la cosa non mi spaventa per niente, mi fa sentire snob quasi un po’ naïfe.

Ciò che non uccide rende più forti.

Si, ma, Pronto? 

Alice perfavore queste frasi fatte.

Mi risuona il tono della prof di italiano delle medie, come si chiamava?

D. 

Ma come solo D? 

Si, solo D. non so se è ancora come me la ricordo, e poi sui blog puoi nominare le persone senza chiedere il permesso?

Ho sempre pensato che scrivere su un blog sia per sfigati senza vita sociale.

Infatti lo è. Però se lo scrivi bene, può sembrare quasi interessante e magari puoi sembrare quasi meno sfigato di quanto in realtà tu sia.

Perché diciamolo chi è il folle che si sforzerebbe di allineare congiuntivi, idee e pensieri stupidi su una linea di coerenza e stile?

Un folle, sfigato, senza vita sociale.

Un tipo di persona, tipo Palmetta. Un tipo di tipa. In verità a me l’hanno sempre detto che sono una tipa che fa tipo.

Chi?

Palmetta.

palmetta design -02

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *